top of page

Quando il sostegno emotivo viene da sé stessi: scelte e autocura


Sostegno emotivo con la psicologa Camilla Persico

Nella vita, ci troviamo spesso a cercare sostegno emotivo dagli altri.

È naturale e umano desiderare la presenza di qualcuno che ci comprenda, ci supporti e ci conforti nei momenti difficili.


Tuttavia, ci sono situazioni in cui ci rendiamo conto che questa fonte di conforto non è disponibile, per diversi motivi:


1. Limitazioni delle Persone Intorno a Noi: A volte, le persone intorno a noi potrebbero non essere in grado di fornire il sostegno emotivo di cui abbiamo bisogno per vari motivi. Possono essere impegnate nelle loro vite, occupate con i loro problemi, o semplicemente non hanno la capacità emotiva di comprendere o gestire le nostre sfide;


2. Problemi di Comunicazione: Anche se ci sono persone disposte ad aiutarci, potrebbe mancare una comunicazione efficace.

Potremmo non essere in grado di esprimere adeguatamente i nostri bisogni emotivi, o potrebbe esserci una mancanza di comprensione reciproca che impedisce loro di offrire il sostegno di cui abbiamo bisogno;


3. Dipendenza Emotiva: In alcune relazioni, potremmo aver sviluppato una dipendenza emotiva da parte degli altri. Questo può portare a situazioni in cui ci aspettiamo che gli altri risolvano i nostri problemi emotivi, senza sviluppare la nostra capacità di affrontarli autonomamente;


4. Cambiamenti nella Vita delle Persone Intorno a Noi: Le persone nelle nostre vite possono attraversare momenti di cambiamento o di transizione che le rendono meno disponibili per offrire il sostegno che potrebbero averci dato in passato. Questi cambiamenti possono includere trasferimenti, nuovi impegni, cambiamenti lavorativi o relazionali, e così via;


5. Problemi di Salute Mentale: Se le persone intorno a noi stanno affrontando problemi di salute mentale, potrebbero non essere in grado di fornire il sostegno emotivo di cui abbiamo bisogno. Possono essere troppo assorbiti dai loro problemi personali o non essere nella giusta condizione emotiva per aiutare gli altri;


6. Sfide Culturali o Sociali: In alcune situazioni culturali o sociali, potrebbe esserci una mancanza di consapevolezza o accettazione del bisogno di sostegno emotivo. Questo può creare barriere che impediscono di chiedere o ricevere aiuto quando ne abbiamo bisogno.


Cosa fare in questi momenti di solitudine emotiva?

È un momento cruciale che ci pone di fronte a una scelta: continuare a cercare ciò che gli altri non possono offrirci, oppure rivolgerci a noi stessi per trovare il sostegno di cui abbiamo bisogno.


È un momento in cui dobbiamo imparare l'importanza e la potenza dell'autocura.

Accettazione della Realtà

Il primo passo cruciale è accettare la realtà della situazione.

Non possiamo cambiare gli altri né costringerli a fornirci ciò di cui abbiamo bisogno. È un momento di comprensione profonda, a volte dolorosa, ma essenziale per iniziare il percorso verso la guarigione emotiva.


Rivolgersi a Se Stessi

Quando ci troviamo soli nel cercare conforto, dobbiamo imparare a rivolgerci a noi stessi come fonte primaria di sostegno. Questo non significa isolarsi dagli altri, ma piuttosto sviluppare una relazione più forte con il nostro mondo interiore.

È un'opportunità per ascoltare le nostre emozioni, comprendere le nostre esigenze e rispondere con gentilezza e compassione.


Il Bivio delle Scelte

Una volta che accettiamo questa realtà e iniziamo a prendere sul serio l'autocura, ci troviamo di fronte a un bivio.

Da una parte, c'è la tentazione di continuare a cercare ciò che gli altri non possono darci, magari ferendoci nel processo.

Dall'altra, c'è l'opportunità di dire "basta" e iniziare un viaggio di amore e cura verso noi stessi.


Autocura e Gentilezza

L'autocura non è egoismo, ma piuttosto un atto di amore verso se stessi. Significa prendersi cura del proprio benessere emotivo, fisico e mentale.

Può essere fare una passeggiata nella natura, dedicarsi a un hobby che amiamo, meditare, o anche semplicemente concedersi del tempo libero senza sensi di colpa.


Quindi!!!

Quando ci troviamo nella situazione in cui il sostegno emotivo esterno è assente, possiamo scegliere di non arrenderci alla disperazione.

Possiamo invece scoprire la forza e la ricchezza del sostegno che possiamo offrirci da soli.

È un viaggio di autoscoperta e cura che può portare a una maggiore resilienza emotiva e a una profonda connessione con noi stessi.


Allora, quando il mondo sembra privo di conforto, ricordiamoci di guardare dentro di noi per trovare la luce di cui abbiamo bisogno.

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page